L’AGGIORNAMENTO PER I RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (RLS)

Formazione e aggiornamenti per RLS

Modulo di aggiornamento

Significato e finalità

Il comma 11, art. 37, del D.Lgs. n. 81/2008 sancisce l’obbligo dell’aggiornamento periodico per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
I seminari di aggiornamento trattano aspetti gestionali e tecnico / normativi, per consentire ai partecipanti di svolgere al meglio il proprio ruolo di rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

La durata dell’aggiornamento dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza è di 4 ore per le aziende che occupano fino a 50 lavoratori e di 8 ore per le imprese che occupano più di 50 lavoratori.

Calendario:



Edizione: 01



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Edizione: 02

















Contenuti:


Ognuno dei moduli sotto indicati ha una durata di 4 ore.

I partecipanti, in considerazione dei rischi più rilevanti presenti nei luoghi di lavoro e della loro formazione pregressa, individuano un modulo o due moduli all’interno dell’elenco sotto riportato, ottemperando con ciò all’obbligo annuale di formazione previsto dalla normativa. 

Modulo 1 – Alcol e droghe: le sostanze generanti dipendenza sul luogo di lavoro

Alcol e droghe: un problema sui luoghi di lavoro. Descrizione del fenomeno sociale: come affrontarlo sui luoghi di lavoro. La normativa esistente e le linee guida regionali. I meccanismi di controllo e di gestione del problema. L’attività di informazione e sensibilizzazione come elemento preventivo. 

Modulo 2 – La sicurezza per i lavoratori provenienti da altri Paesi

La percezione del rischio in lavoratori di differenti culture, lingue e tradizioni. Gli strumenti di comunicazione della sicurezza nel caso di lavoratori stranieri. 

Modulo 3 – Aggiornamento normativo

Novità introdotte dal D.Lgs. 81/08. Le modifiche introdotte dal correttivo: cosa cambia nello scenario della sicurezza. Le novità legislative recentemente intercorse: la nuova direttiva macchine, la valutazione dei rischi connessi allo stress lavoro-correlato e alle radiazioni ottiche artificiali, etc. 

Modulo 4 – Percezione del rischio per RLS

Definizione di percezione. La soggettività della percezione. La raccolta delle informazioni e la percezione degli elementi presenti nella situazione. L’interpretazione delle informazioni percepite. L’anticipazione degli stati futuri. Strumenti comunicativi: la funzione relazionale e la trasmissione di informazioni. Sensibilizzazione dei diversi attori del sistema della sicurezza. 

Modulo 5 – RLS e comunicazione: come consolidare comportamenti virtuosi

La comunicazione: un processo dinamico. Gli elementi del processo comunicativo: comunicazione verbale e non verbale. L’importanza del lavoro di gruppo; la riunione periodica come momento di sintesi. 

Modulo 6 – I rischi di natura psico-sociale

Lo stress lavoro-correlato, indicazioni legislative e possibili metodi di valutazione, quando lo stress diventa negativo, cosa è il mobbing. Prevenire, eliminare o ridurre le cause di stress lavoro-correlato: misure d’intervento. 

Modulo 7 – Il ruolo del RLS nella valutazione dei rischi

Il concetto e il ruolo della valutazione del rischio. Il ruolo del RLS nella promozione delle misure di prevenzione e protezione (tecniche, organizzative e procedurali); metodologie di valutazione (indagine conoscitiva, individuazione dei pericoli e dei rischi associati, stima del rischio); il programma di miglioramento continuo. 

Modulo 8 – La valutazione dell’evento infortunistico e dei mancati infortuni

Il ruolo dell’RLS nella valutazione degli infortuni e dei mancati infortuni. Il metodo delle Non Conformità e delle Azioni Correttive tipico dei Sistemi di Gestione della Qualità e della OHSAS 18001. Analisi di eventi infortunistici concreti: la creazione di alberi dei rischi e l’individuazione di Azioni Correttive per eliminare le cause dell’evento. Check list per l’analisi dell’infortunio.

Modulo 9 – Rischi chimici e aspetti ambientali

I principali rischi chimici dovuti a: gas, vapori, fumi, polveri, nebbie, liquidi, etichettatura. Gli aspetti ambientali connessi ai rischi chimici e le misure di prevenzione e protezione.

Modulo 10 – La gestione della riunione ex art. 35 del D.Lgs 81/08

Il ruolo critico e propositivo dell’RLS nella gestione della riunione art.35. La collaborazione con il Servizio di Prevenzione e Protezione e le varie funzioni aziendali. La raccolta e l’elaborazione dei dati per il riesame. I costi della sicurezza e i costi della mancata sicurezza. L’individuazione degli indici di efficacia del sistema. I suggerimenti del personale e la formazione del lavoratore. Il riesame del Documento di Valutazione dei rischi. La valutazione dell’efficacia dei DPI. I provvedimenti disciplinari in materia di sicurezza. Il grado di coinvolgimento del personale. 

Modulo 11 – I rischi di natura ergonomica

L’ergonomia viene definita come l’insieme di conoscenze interdisciplinari sul “fattore umano” provenienti da scienze mediche, sociologiche e ingegneristiche essenziali per concepire sistemi di lavoro a misura dell’essere umano sotto i profili di limiti e capacità percettive, bisogni e aspettative, risposte adattive dell’individuo. Lo studio dell’ergonomia si applica alle condizioni ambientali, strumentali e organizzative del contesto lavorativo nel suo complesso: i rischi di natura ergonomica riguardano pertanto tutti gli aspetti del lavoro che influenzano negativamente l’attività del lavoratore perché non sono stati progettati e realizzati tenendo conto delle caratteristiche psico-fisiche dell’uomo. 

Modulo 12 – Lavoratori e preposti: obblighi e responsabilità

Gli infortuni sul lavoro sono causati in molti casi da comportamenti negligenti ed imprudenti degli stessi lavoratori. Per mantenere un adeguato livello di sicurezza nei luoghi di lavoro risulta quindi decisivo formare le maestranze affinché osservino le procedure aziendali e si pongano all’opera con senso di responsabilità. La più recente giurisprudenza, innovando la materia, ha iniziato a punire i lavoratori che si sono resi responsabili di un infortunio violando gli obblighi loro imposti dal Testo Unico Sicurezza.

Modulo 13 – Competenze ambientali del lavoratore in azienda

Il ruolo critico e propositivo dell’RLS nella conoscenza delle competenze ambientali. La collaborazione con il Servizio di Prevenzione e Protezione e le varie funzioni aziendali. La raccolta e l’elaborazione dei dati per il riesame d’Acque reflue, rifiuti ed emissioni in ambienti di lavoro. Aspetti normativi: D.Lgs. 152/2006

Modulo 14 – La gestione operativa del rischio chimico

Partendo da alcuni elementi fondamentali di valutazione del rischio, il corso vuole porre l’attenzione a quei comportamenti e quelle azioni comuni, eseguite dai lavoratori che possono comportare la loro esposizione involontaria alle sostanze chimiche

Docenza:

ELEONORA GUERRINI - Medico del lavoro con esperienza come medico competente
VALENTINA ABRAMI - Consulente e formatore, esperta di sistemi di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, di valutazione dei rischi, comunicazione e stress lavoro correlato
LUCA FASANI - Consulente e formatore, esperto di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro e tutela ambientale nei luoghi di lavoro
VINCENZO RACO - Consulente e formatore, esperto di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
MARCO BRAGHINI - Partner di Abaco Group, esperto in materia ambientale e sistemi organizzativi
SILVIO BARBIERI - Consulente e formatore, esperto di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro e tutela ambientale nei luoghi di lavoro
EMANUELE BELLIA - Consulente e formatore, esperto di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro
FRANCESCO BERGOMI - Consulente e formatore, esperto di sistemi di gestione della sicurezza sul Lavoro, igiene alimentare, protezione ambientale, prevenzione incendi
FRANCESCO STEFANELLI - Consulente e formatore, di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro, RSPP
EUGENIO MELANI - Consulente e formatore, esperto di valutazione e nella gestione del rischio chimico negli ambienti di lavoro
AGOSTINO CROSTI - Avvocato penalista, esperto in materia di sicurezza e sistemi organizzativi

Scheda di iscrizione 1a edizione  –  Scheda di iscrizione 2a edizione

Programma in PDF 1a edizione  – Programma in PDF 2a edizione

Modulo di richiesta contributo AIB

Per accedere a facilitazioni economiche contattaci oppure consulta la pagina delle agevolazioni

MANIFESTA IL TUO INTERESSE AL CORSO

Nome(*)

Cognome (*)

Azienda

Indirizzo email (*)

Telefono

Messaggio

Acconsento al trattamento dei miei dati in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679, o GDPR

( leggi le regole per il rispetto della privacy adottate da ISFOR Formazione e Ricerca)

Ricopia il codice che vedi nell'immagine qui sotto
captcha

Informativa sulla privacy

Leggi l'informativa ed esprimi il tuo consenso al trattamento dei dati personali

ai sensi dell’articolo 13 Regolamento UE 2016/679, o GDPR

Fondazione A.I.B. ISFOR Formazione e Ricerca, con sede legale in Via Cefalonia 60 e sede operativa in Via Nenni 30 - 25124 Brescia, Titolare del trattamento, utilizzerà i dati raccolti con il presente modulo per un successivo contatto destinato a dare risposta alla sua richiesta.

Ai suoi recapiti invieremo, con il suo consenso, anche informazioni relative a nuove proposte formative che possano essere di suo interesse.

In ogni momento potrà esercitare i diritti previsti dall’articolo 15 e seguenti del GDPR rivolgendo istanza al Titolare o diritto di reclamo al sito www.garanteprivacy.it.

Ciò premesso il consenso al trattamento dei dati da lei gentilmente forniti si intende espresso con la selezione del tasto invia.