LA GESTIONE DEI COLLABORATORI DIFFICILI

Sviluppo sociale

Seminario specialistico

Significato e finalità

Ogni persona è caratterizzata da due diversi tipi di identità: l’identità personale, che la rende unica ed irripetibile, e l’identità professionale, che definisce la sua funzione ed il suo ruolo all’interno di un’organizzazione a confronto con le prestazioni degli altri. All’interno di un contesto aziendale e organizzativo un collaboratore può essere considerato "difficile" a causa di numerose e diverse motivazioni: background familiare/personale o professionale; convivenza ed integrazione tra l’identità personale e l’identità professionale; scarsa integrazione ed interazione con i colleghi; problemi nello svolgimento delle proprie funzioni e dei propri compiti; parziale o mancato raggiungimento delle performance personali; motivazioni disciplinari. La partecipazione al seminario consente di riflettere su importanti spunti d’analisi e di risoluzione al problema, in particolare per identificare standard di comportamenti attesi, migliorare la comunicazione con i propri dipendenti/collaboratori problematici, definire ruoli, competenze e funzioni per migliorare l’ambiente di lavoro ed il lavoro stesso, integrare i collaboratori difficili all’interno dell’organizzazione e ottenere un miglioramento delle prestazioni individuali e delle performance dell’intero gruppo/area aziendale.

Durante il seminario si utilizzeranno metedologie didattiche interattive: groupwork, pairwork e simulazioni, proiezione di filmati e video, whiteboard e case history.

Destinatari:

Imprenditori, dirigenti, quadri e responsabili di funzioni aziendali.

Calendario:

Data inizio: 17-05-2019

ISCRIVITI ON-LINE (1° ed)

Se sei iscritto a Fondimpresa o Fondirigenti e desideri valutare l’opportunità di finanziare la partecipazione a questo corso, chiama il numero 030.2284511


Consulta il Programma dettagliato



Contenuti:

Come riconoscere gli atteggiamenti e saper intervenire sui comportamenti, imparando ad analizzare i problemi attraverso sei fasi
Definizione del problema e spiegazione delle sue conseguenze.
Analisi delle motivazioni.
Definizione di standard di comportamento e di performance attesi.
Analisi delle proposte di possibili soluzioni.
Redazione di un piano di intervento e di miglioramento personale con azioni previste e scadenze.
Come comunicare in maniera efficace e mirata, imparando a gestire le problematiche
Effettuare un colloquio con un collaboratore difficile e gestire le sue obiezioni.
Ottenere follow up efficaci.
Come adottare misure correttive e non punitive ed evitare di arrivare al provvedimento disciplinare
La differenza fondamentale tra giudizio e feedback.

Docenza:

PHIL TAYLOR - Consulente e formatore, esperto di strategia, marketing, sviluppo commerciale e comunicazione, Console Onorario del Governo Britannico per il Department of International Trade

Scheda di iscrizione e moduli di rimborso

Per accedere a facilitazioni economiche contattaci oppure consulta la pagina delle agevolazioni

MANIFESTA IL TUO INTERESSE AL CORSO

Nome(*)

Cognome (*)

Azienda

Indirizzo email (*)

Telefono

Messaggio

Acconsento al trattamento dei miei dati in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679, o GDPR

( leggi le regole per il rispetto della privacy adottate da ISFOR Formazione e Ricerca)

Ricopia il codice che vedi nell'immagine qui sotto
captcha

Informativa sulla privacy

Leggi l'informativa ed esprimi il tuo consenso al trattamento dei dati personali

ai sensi dell’articolo 13 Regolamento UE 2016/679, o GDPR

Fondazione A.I.B. ISFOR Formazione e Ricerca, con sede legale in Via Cefalonia 60 e sede operativa in Via Nenni 30 - 25124 Brescia, Titolare del trattamento, utilizzerà i dati raccolti con il presente modulo per un successivo contatto destinato a dare risposta alla sua richiesta.

Ai suoi recapiti invieremo, con il suo consenso, anche informazioni relative a nuove proposte formative che possano essere di suo interesse.

In ogni momento potrà esercitare i diritti previsti dall’articolo 15 e seguenti del GDPR rivolgendo istanza al Titolare o diritto di reclamo al sito www.garanteprivacy.it.

Ciò premesso il consenso al trattamento dei dati da lei gentilmente forniti si intende espresso con la selezione del tasto invia.