tappe fondamentali di ISFOR 2000 dal 1985

1985

nel mese di febbraio si svolse a Brescia, promosso dall’Associazione Industriale Bresciana, il convegno “Brescia 2000: l’industria bresciana tra presente e futuro”.

Dal dibattito e dalle indagini emerse un dato di fatto: la diffusa carenza nel tessuto produttivo locale di una cultura manageriale in grado di tenere il passo con i radicali mutamenti imposti dall’incalzante innovazione tecnologica e dalla crescente globalizzazione dei mercati.

In quell’occasione prese corpo l’idea di fondare un organismo di alto profilo dedicato sia alla formazione permanente, sia alle ricerche finalizzate ad individuare le soluzioni ai tipici problemi innescati dai mutamenti tecnologici e organizzativi.

1989

Da quelle premesse, e a seguito di approfondite analisi preliminari, il 13 marzo 1989 viene costituita la società consortile per azioni senza scopo di lucro denominata Istituto Superiore di Formazione e Ricerca, in forma abbreviata ISFOR 2000, per iniziativa dell’Associazione Industriale Bresciana, del Collegio dei Costruttori Edili, dell’Unione Provinciale Agricoltori e della Confartigianato-Unione di Brescia.

La principale finalità sociale era, ed è tuttora, quella di favorire lo sviluppo delle risorse umane attraverso la progettazione e la realizzazione di interventi formativi in grado di sostenere le piccole e medie imprese nei mutamenti organizzativi, nella ristrutturazione dei processi produttivi, nella diversificazione e nell’innovazione dei prodotti e nello sviluppo di nuove competenze e professionalità imposti dal progresso tecnologico.

1989

Nel mese di maggio, l’Università degli studi di Brescia e ISFOR 2000 sottoscrivono una convenzione intesa a delineare la collaborazione tra le due istituzioni. Con il contributo del comitato tecnico-scientifico prende forma la prima proposta formativa costituita da una serie di corsi brevi e seminari specialistici destinati a imprenditori e dirigenti delle imprese bresciane.

Diffuso nel mese di settembre, il primo catalogo comprende interventi formativi imperniati sull’innovazione tecnologica e sui più evoluti modelli organizzativi e manageriali pretesi dal miglioramento continuo delle funzioni aziendali: dalla produzione alla gestione delle risorse umane, dalla finanza d’impresa all’internazionalizzazione, dal marketing al controllo economico, dall’amministrazione all’informatica. I corsi e i seminari si tengono nella sede dell’Associazione Industriale Bresciana.

1990

dopo cinque anni di attività dell’Istituto, il secondo convegno Brescia 2000, un’analisi a tutto campo del sistema Brescia, rappresenta la più autorevole consacrazione del ruolo e dell’importanza di ISFOR. Il concreto riconoscimento alla funzione svolta dall’Istituto è confermato dalla massiccia adesione delle aziende bresciani alle proposte formative.

Alla fine del 1990 la compagine societaria si amplia con l’ingresso dell’Associazione Commercianti della provincia di Brescia mentre nel 1991 viene deliberata un’operazione di aumento di capitale alla quale partecipa l’Azienda Servizi Municipalizzati di Brescia. ISFOR 2000 diventa socio ordinario di SFC: Sistemi Formativi Confindustria.

1992

Agli inizi dell’anno si apre il cantiere per la costruzione della sede di ISFOR 2000 appositamente concepita per l’accoglienza di attività formative e dotata di attrezzature didattiche d’avanguardia. La nuova struttura, inaugurata il 9 ottobre 1993, consente a ISFOR 2000 di pianificare azioni formative a vasto raggio, coinvolgenti, oltre alle imprese bresciane, anche le aziende della Lombardia orientale nonchè enti pubblici e privati (banche, ordini professionali, aziende sanitarie e municipalizzate, amministrazioni locali ecc.)

1994

Un’operazione di aumento di capitale modifica sensibilmente l’assetto societario. Nell’Istituto si innestano infatti nuove e significative partecipazioni, che confermano sia il crescente successo dell’azione formativa promossa dall’Istituto, sia la credibilità di una funzione diretta a tutti i settori del mondo del lavoro e nei riguardi di un bacino d’utenza ormai ben più ampio di quello iniziale.

Oltre a numerose imprese industriali e ad altre organizzazioni imprenditoriali quali Unione degli industriali di Bergamo, Confesercenti, CNA e Assoconfidi Brescia – nella società entrano la Camera di Commercio di Brescia, il Mediocredito Lombardo (poi confluito in Banca Intesa), la Banca San Paolo di Brescia e il Credito Agrario Bresciani (che origineranno il Banco di Brescia), la Bipop-Carire e l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Brescia.

1996

ISFOR 2000 entra a far parte di ASFOR, l’Associazione per la Formazione alla Direzione Aziendale.

1999

ISFOR 2000 sigla con l’Associazione degli Industriali della provincia di Mantova una convenzione che stabilisce l’avvio di una nuova serie di attività formative calibrate in funzione delle esigenze delle aziende mantovane. L’intesa strategica si perfeziona con l’ingresso dell’Associazione degli Industriali di Mantova nella compagine di ISFOR.

Al fine di contribuire alla crescita equilibrata delle imprese commerciali e turistiche della provincia di Brescia, la Camera di Commercio, l’Associazione Commercianti, la Confesercenti e ISFOR 2000 istituiscono la Scuola Superiore del Commercio e del Turismo per garantire un riferimento permanente nel campo della formazione professionale e manageriale diretta a tutti gli operatori commerciali e turistici.

13 dicembre 1999

Viene costituita la società consortile Università & Impresa per iniziativa dell’Università degli studi di Brescia, della Camera di Commercio di Brescia, dell’Associazione Industriale Bresciana, di ISFOR 2000, della Confartigianato Unione di Brescia, dell’Associazione Piccole-Medie Industrie di Brescia, dell’Associazione Artigiani di Brescia e della Confederazione Nazionale dell’Artigianato di Brescia. La sede legale di Università & Impresa è l’Università degli studi di Brescia, mentre la sede operativa, destinata ad accogliere le attività formative, è ISFOR.

2002

Un nuovo aumento di capitale, volto essenzialmente ad ampliare l’assetto societario, si conclude il 15 marzo 2002 con la completa sottoscrizione del capitale, che passa da 520 a 540 mila euro. A seguito dell’operazione la compagine azionaria di ISFOR 2000, nell’ambito della quale l’Associazione Industriale Bresciana mantiene la quota di maggioranza assoluta.

2005

Il 24 novembre l’Università degli Studi di Brescia e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano entrano nell’assetto societario di ISFOR 2000, riconoscendo in tal modo non solo l’importanza del ruolo svolto dall’Istituto, ma anche l’intensità della collaborazione consolidatasi in favore della Comunità economica bresciana.

Per approfondimenti o per consultare gli eventi fino a luglio 2014 consulta la sintesi del 25° anno (10MB)